NicolasGarden - Schede di coltivazione, consigli e segreti per coltivare al meglio i vostri orti, giardini e balconi.

Sedum spectabile (Crassulaceae)

Sedum spectabile (Crassulaceae)

Questa specie di Sedum è solo una delle centinaia che compongono questo genere di piante succulente molto diversificato per forme, colori e metodi di coltivazione. E’ noto a molti per la sua rusticità e la sua bella fioritura, che inizia solitamente verso i primi di settembre.

Utilizzi

Si tratta di un’ottima pianta da vaso, ma viene tranquillamente utilizzata come pianta perenne da bordura o per adornare i giardini rocciosi.

Portamento

Questa succulenta produce diversi steli carnosi che partono dal terreno, andando a formare un piccolo cespuglio di 20-30 cm dalla forma sferica e regolare. Le foglie sono carnose, ovali e possono essere verde molto chiaro oppure avere tonalità più scure a seconda della varietà. I fiori compaiono nel mese di settembre, sono di colore rosa e sono riuniti in un’infiorescenza ad ombrella che si sviluppa sulla cima di ogni stelo. In inverno gli steli seccano e si formano numerose gemme ad altezza del terreno (chiamate ibernacoli) grazie alle quali la pianta passa indenne l’inverno.

Clima ed esposizione

I Sedum si adattano bene a tutte le esposizioni, prediligono però zone dove non ricevono i raggi diretti del sole nelle ore più calde. In inverno tollera tranquillamente temperature anche molto inferiori allo zero, dal momento che perde la parte aerea lasciando spazio agli ibernacoli.

Cure colturali

Terreno e rinvaso

Sono piante rustiche e si adattano a molti terreni, a patto che non impediscano lo scolo dell’acqua in eccesso, i terreni troppo umidi infatti provocano la marcescenza della pianta. Se coltivata dentro a contenitori il rinvaso va effettuato in marzo aprile, in concomitanza con la ripresa vegetativa, cercando di optare per vasi in terracotta, preferibilmente bassi e larghi dal momento che la chioma carnosa con il suo peso potrebbe facilitare il ribaltamento del vaso.

Irrigazione

Non necessitano di molta acqua, innaffiamo ogni volta che il terreno si asciuga completamente.

Concimazione

Nel caso di piante in piena terra, concimiamo una sola volta in primavera, con un concime granulare per piante da fiore, per quelle in vaso utilizziamo un concime per piante grasse, utilizzando la metà della dose consigliata sulla confezione, una volta al mese, in modo da assicurarci una vegetazione uniforme e una fioritura abbondante e colorata.

Potatura

A fine autunno, quando gli steli saranno secchi limitiamoci ad eliminarli, si staccheranno facilmente alla base, non eliminiamoli prima, così permetteremo alla pianta di assorbire tutti i nutrienti ancora presenti nelle foglie.

Malattie

Difficilmente i Sedum si ammalano però possono presentare le seguenti problematiche:

  • Lumache: Le lumache e le chiocciole possono mangiare le foglie, deturpandole, nel caso si presentassero potete provare a lasciare nelle vicinanze un sottovaso o una vaschetta non troppo alta contenente della birra, le lumache ne verranno attratte e annegheranno. Nel caso in cui non bastasse optate per un lumachicida.
  • Afidi: gli afidi o pidocchi sono piccoli insetti che si insediano sull’estremità dei germogli, pungendoli e impedendo la corretta crescita di essi. Possono essere sconfitti irrorando la pianta con un macerato di foglie di sambuco, oppure utilizzando un prodotto specifico.

Link ai materiali

Articoli che potrebbero interessarti

Leave a reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: