NicolasGarden - Schede di coltivazione, consigli e segreti per coltivare al meglio i vostri orti, giardini e balconi.

Guida su come potare le rose arbustive in inverno

by Nicolasgarden 0 Comments
Guida su come potare le rose arbustive in inverno

Le rose arbustive sono certamente le piante più conosciute nel regno vegetale, in moltissimi decidono di piantarle nel proprio giardino, ma troppo spesso non vengono potate nel modo corretto o peggio ancora non vengono potate, finendo quindi per indebolirsi e diventare un grattacapo per chi le coltiva.

In questo breve articolo elencherò le semplicissime linee guida da seguire per avere piante sane, dal bell’aspetto e dalla fioritura mozzafiato!

Perché potare e rose?

La potatura delle rose è necessaria al corretto sviluppo della pianta, con questa operazione andremo a concentrare l’energia in un numero inferiore di gemme, favorendo uno sviluppo più ordinato e vigoroso dei rami che vi si svilupperanno.

Durante la potatura avremo anche l’occasione di osservare da vicino la pianta e tagliare alla base tutti i rami secchi o danneggiati, così da evitare che diventino un punto di entrata o un luogo di svernamento per eventuali malattie. 

Quando potare le rose?

Le rose vengono potate verso la fine del periodo invernale, quando le gelate notturne iniziano a farsi meno insistenti, quindi da febbraio a metà marzo al Nord e già da metà gennaio al Sud.


Utilizzare le forbici nel modo corretto

Le forbici vanno disinfettate preventivamente con alcol e dovranno essere molto affilate, in modo da evitare tagli irregolari, spesso ricettacolo di malattie.

I rami dovranno essere tagliati “a fetta di salame” ovvero con un’inclinazione di almeno 45°rispetto al piano orizzontale del terreno, così da non permettere il ristagno dell’umidità sul punto di taglio, in caso contrario quest’ultima potrebbe favorire la formazione di funghi patogeni che con l’arrivo della primavera potrebbero provocare nel peggiore dei casi il disseccamento del ramo.

Tagliare i rami fuori posizione e sgraziati

Dopo aver eliminato i rami secchi, dovremo fare un passo indietro e osservare la nostra pianta di rose, tagliamo tutti i rami troppo sottili, deboli e che si sviluppano verso il centro della chioma, in modo da evitare che i rami entrino in competizione e si ombreggino a vicenda.

Come accorciare i rami

I rami andranno accorciati in maniera abbastanza drastica: dovremo tagliare sopra alla terza gemma, iniziando a contare dalla base del ramo. Ripeteremo l’operazione su tutti i rami che avremo deciso di non eliminare.

Il mastice

Il mastice è una sostanza densa e collosa, che può contenere anche sostanze disinfettanti e a contatto con l’aria si solidifica sigillando la ferita.

Viene utilizzato sui tagli freschi appena eseguiti, in modo da disinfettarli, proteggerli e impedire la disidratazione.

L’utilizzo del mastice è una scelta non obbligatoria, ma a mio avviso risulta molto utile per i motivi descritti sopra. 

Basterà spalmarlo sulla ferita aiutandosi con una spatola, in modo da ricoprirla completamente. 

La concimazione

Al termine della potatura è buona abitudine smuovere superficialmente il terreno intorno alla pianta con una zappetta e distribuire dello stallatico o dei lupini macinati, in questo modo favorirete la ripresa vegetativa in primavera.

Seguendo questi semplicissimi consigli tutti gli inverni permetterete alla vostra pianta di partire in primavera con lo sprint giusto e sono certo che vi regalerà grandissime soddisfazioni!

Nel caso abbiate dubbi o domande non esitate a contattarmi sul mio profilo instagram!

Link ai materiali

Articoli che potrebbero interessarti

Leave a reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: