NicolasGarden - Schede di coltivazione, consigli e segreti per coltivare al meglio i vostri orti, giardini e balconi.

Come riprodurre facilmente il pomodoro tramite talea in acqua

Come riprodurre facilmente il pomodoro tramite talea in acqua

Oggi in questo breve articolo voglio spiegarvi come riproduco i pomodori tramite talea, una tecnica che non tutti conoscono, ma che ha due vantaggi:

  • Permette di ottenere velocemente una pianta identica a quella di partenza, evitando l’ibridazione, che di per sè non è qualcosa di negativo, ma non ci permette di ottenere cloni della pianta madre dai semi raccolti nel nostro orto.
  • Una talea di pomodoro darà forma in breve tempo ad una pianta adulta e produttiva, quindi possiamo utilizzare questa tecnica per rimpiazzare le piantine che possono essere morte.

Procedimento

Le talee possono essere prelevate a partire dal mese di giugno o  luglio, quando la pianta madre avrà raggiunto almeno il metro di altezza e inizierà a produrre le femminelle, dei germogli che si formano all’ascella delle foglie.

Infatti non andremo a privare la pianta madre di parti importanti: utilizzeremo proprio le femminelle, che vanno eliminate in qualsiasi caso con un intervento di potatura, per permettere uno sviluppo più equilibrato e una produzione di qualità maggiore.

Preleviamo le talee quando sono lunghe almeno 20 cm, tagliando il giovane fusto alla base, utilizzando una lama affilata o staccandole alla base con un movimento oscillatorio.

Nelle foto sotto si può notare che ho deciso di cimare una delle talee essendo già molto sviluppata, in più ho accorciato le foglie della metà, in modo da evitare un’eccessiva disidratazione.

Successivamente le ho poste in un contenitore di vetro con dell’acqua, che andrà cambiata ogni due giorni. 

Dopo circa una settimana iniziano a spuntare le prime radici, che lasceremo crescere in acqua finché non raggiungeranno 5-10 cm di lunghezza, a quel punto le talee saranno pronte per essere invasate.

Inizialmente andranno poste in vasetti da 10-15 cm di diametro, utilizzando come substrato composto da metà fibra di cocco e metà terra da giardino.

Potrete trapiantarle in piena terra o in un vaso più grande riempito con terriccio quando vedrete che le radici hanno raggiunto il fondo del vaso.

Se siete dei temerari potete provare a fare qualche talea verso settembre e coltivarle in casa durante il periodo invernale, avendo cura di posizionarle dietro ad una finestra esposta a Sud, in modo che ricevano più sole possibile, in questo modo decoreranno la casa con i loro fiori gialli e con un po’ di fortuna vi regaleranno anche qualche pomodoro!!! 

Link utili

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: